Allevamento

 

 

 

 

pict0111_exposure

 

ALLEVAMENTO

Allevamento per me significa soprattutto anni e anni di selezione per il cane femmina.
Come allevatrice, ho sempre pensato prima al cane femmina, per il maschio pensavo solo, un giorno lo troverò.
Quel giorno è arrivato e l’ho trovato.
Partecipando ad esposizioni, conferenze e raduni anche per capire meglio e soprattutto confrontarmi con altri allevatori di Pointer e la nostra passione per i cani da ferma.
Mi rendevo sempre più conto di cosa era giusto e non.
Volevo conoscere più a fondo i super Pointer.

Il fato volle che, un giorno ad una piccola esposizione nazionale tenutasi a Bellinzona ( Cantone Ticino) vidi due bei cani Pointer, neri e bianchi; erano di ritorno dall’Olanda ed avevano partecipato al Campionato del Mondo.
Il “dresseur” che li accompagnava si chiamava Stefano Girandola, un bellissimo ragazzo, il proprietario dei cani si chiamava Angelo Mocchi, un gentiluomo bonaccione che fumava la pipa, mi ispirò subito tanta bontà e mi avvicinai a lui chiedendogli; di chi sono quei due magnifici Pointer?
Lui mi rispose:
- sono miei e si chiamano CLASTIDUM MILTON e CLASTIDIUM MILLER, e sono molto conosciuti in Italia.
Chiacchierando con lui mi disse che Milton non era andato tanto bene nella gara in Olanda e che invece Miller aveva conseguito grandi risultati.
Tutti e due gareggiavano per i colori della squadra italiana.
Angelo era molto deluso di Milton ad io allora sorridendo gli dissi, ma, se non vi piace più datelo a me. Mi guardò per un istante poi con mio stupore mi disse, te lo regalo.
Era di domenica e pensate che il martedì ero già in possesso del “pedigrée”.
Da questo momento si apre una nuova pagina della mia vita con i Pointer, quasi tutti basati sul mio grande MILTON, sarà una fantastica scalata.
Io avevo il Grande Trailler finalmente e con il mio Milton traversai l’Europa da destra a sinistra da sinistra a destra partecipando a campionati d’Europa e del Mondo.
Molti allevatori me l’hanno cercato come cane da monta, in Grecia, in Germania e in Francia dove là ha fatto furore lasciando dietro di se una fila di figli, nipoti e pronipoti, tutti campioni.
La mia grande gioia e il mio sogno era di far felici chi voleva il grande MILTON, il mio campione.
CH INT.Trialler.CH.LAVORO.CH. D’ESPAGNA ECC. BELLEZZA
Un ringraziamento particolare a
ANGELO MOCCHI e STEFANO GIRANDOLA per avermi dato la possibilità di realizzare il mio sogno, possedere un campione

LA PASSIONE ORMAI, ERA DIVENTATA OSSESSIONE.